Immagini dal Web

binari1.jpg

Chi è on-line

 22 visitatori online
 
Homepage inOrario
DISSERVIZI CONTINUI, CHIEDIAMO UN TAVOLO DI CONFRONTO CON REGIONE E TRENORD A MANTOVA o CREMONA
Scritto da Matteo Casoni   
Venerdì 21 Agosto 2015 11:23

I continui disservizi che si stanno verificando sulla linea ferroviaria Milano-Cremona-Mantova impone agli scriventi di dimostrare il proprio dissenso ad ogni forma di conciliazione.

Il 19 agosto è stata la volta di Marcaria dove i viaggiatori sono rimasti bloccati nella stazione per circa due ore in attesa che un bus li venisse a prelevare e portare a destinazione, per poi completare ( si spera ) la settimana con il disservizio del 20 agosto quando la stazione Centrale di Milano è andata in tilt per un guasto ad un treno “ di altra impresa ferroviaria “ ed i pendolari sono stati costretti a raggiungere in metropolitana o con altri treni la stazione di Lambrate per poter prendere un treno diretto a Mantova, anche qui non sono mancati i ritardi oltre 40 minuti per il 33461 partito da Centrale alle 18:20.

E’ venuto il tempo di confrontarci seriamente con Regione, Trenord ed enti locali, però non nelle riunioni “ammucchiate” che la Regione è abituata a fare, ma bensì un tavolo a noi riservato da tenersi a Mantova o Cremona – non siamo disponibili ad andare a Milano poiché sono loro che devono raggiungersi essendo nel massimo torto -.

Se questi disservizi dovessero proseguire sia UTP che INORARIO si riservano di inviare un esposto alla Procura della Repubblica per interruzione di Pubblico servizio.

 

U.T.P. Andrea Bertolini -  INORARIO Matteo Casoni

Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Agosto 2015 11:25
 
Cremona 10 Luglio: 1944 - 2015
Scritto da Matteo Casoni   
Mercoledì 08 Luglio 2015 07:56

Commemorazione delle vittime del bombardamento del 10 luglio 1944

Cerimonia rinnovata rispetto al passato per condividere nei luoghi della tragedia i valori della pace

Leggi tutto...
 
Solidarietà con i ferrovieri, ma non siamo criminali!
Scritto da Administrator   
Lunedì 15 Giugno 2015 13:27

Il comitato InOrario vuole esprimere la propria vicinanza al ferroviere vittima del vigliacco attacco subito nei giorni scorsi ed a tutti i suoi colleghi che, spesso, si trovano a pagare per colpe non direttamente a loro ascrivibili, ma, nel contempo, non accetta di veder dipinta la linea Mantova - Milano come la più pericolosa delle linee lombarde.

Dagli ultimi incontri avuti con Trenord, la Mantova - Milano è risultata tra quelle con la minor percentuale di evasione, grazie anche alla luna percorrenza che ha, che permette al personale viaggiante più possibilità di controllo. Che poi spesso lo stesso personale non possa espletare il proprio compito (le ultime statistiche parlano di meno del 20% di controlleria effettuata) a causa di problemi tecnici che costringono gli stessi a viaggiare in cabina con il macchinista, questo è un altro discorso.
Parlando con molti ferrovieri, alcuni dei quali ormai diventati amici, è emerso che per loro la 'Mantova' è da considerarsi un paradiso relativamente alla sicurezza.
Se poi si vogliono incolpare i circa 10.000 viaggiatori/giorno per i comportamenti di 5 / 10 persone che viaggiano senza il titolo di viaggio, questo è un vile ed ingiustificato tentativo di denigrazione gratuita.
Siamo da anni in contatto con Digos e Carabinieri, con i quali ci scambiamo informazioni nei momenti 'critici'. Il fatto che da mesi questo non avvenga, noi lo interpretiamo come un segnale di assoluta tranquillità.
Pensiamo che, invece di attaccare ingiustificatamente i pendolari, sia ora di mettere mano alla situazione dei guasti, che ormai stanno tornando a presentarsi con frequenza giornaliera, a meno che con questo non si voglia costruire, appositamente, una cortina di fumo che nasconda una situazione di difficile gestione, ma non dal punto di vista della sicurezza!

 
26/05/2015: Lo sport di oggi? Come ingannare i ritardi!
Scritto da Matteo Casoni   
Martedì 26 Maggio 2015 07:31

Prendete 3 treni, che viaggiano da Mantova a Milano a 40 minuti di distanza uno dall'altro.

Prendete un gusto che interrompa la circolazione tra Torre Picenardi e Gazzo per circa 1 ora.

Risultato? Tutti e 3 i treni viaggiano con ritardo medio di 1 ora....

E INVECE NO!!!!!!!!!

Nell'era dell'elettronica, si può fare di meglio!!!!

E' sì! Basta invertire il numero al treno, dare il numero 33448 al primo che riuscirà a partire in modo che arrivi a Milano con un ritardo molto contenuto (era impossibile dargli in 33450 perché sarebbe arrivato in anticipo....) e poi dare il 33446 al secondo, che tanto 1 ora l'ha già, se anche diventano 90 minuti... chi se ne frega?

Ecco! La modernizzazione aguzza l'ingegno e... INGANNA LE STATISTICHE!

Grazie Trenord per questo splendido esempio di "Puntualità Creativa!"

(Il frutto delle mie elucubrazioni mentali. è il risultato di quanto "appreso" da Viaggiatreno, applicazione ufficiale di Trenord. Tutti i riferimenti a fatti, cose, situazioni a fatti reali.... è puramente frutto della mia fervida immaginazione)

Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 07:37
 
14/05/2015: Riunione Quadrante Sud
Scritto da Matteo Casoni   
Giovedì 14 Maggio 2015 19:56

Si è tenuta oggi la riunione del Quadrante Sud, relativa alle linee che interessano il nostro territorio.

Da parte di Regione Lombardia sono state indicate alcune date nelle quali saranno previste variazioni di servizio (a seconda delle linee) che sono:

1 Giugno 2015: entrata in vigore degli orari estivi (per la Milano - Cremona - Mantova non sono previste modifiche)

1 Novembre 2015: fine servizi aggiuntivi per Expo

Relativamente al periodo estivo, onde far fronte al minor personale presente e nel contempo continuare a supportare i servizi Expo, è stato comunicato che da Domenica 2 Agosto a Domenica 30 Agosto TUTTI i servizi Regionali (treni link Codogno - Cremona, Cremona - Piadena, Piadena - Mantova e ritorno) SONO SOPPRESSI e sostituiti da Bus (per un totale di 25 corse giornaliere, la più penalizzata di tutta la Lombardia).

Tutti i servizi RegioExpress sono confermati.

Chiaramente NON si è parlato di inserire nuovi collegamenti e quindi il tanto atteso Treno Dei Capoluoghi non sarà istituito.

RFI ha comunicato che per la fine di Settembre 2015 saranno terminati i lavori di raddoppio della linea Cremona - Cavatigozzi e per questo, in un fine settimana che per il momento è previsto essere l'ultimo di Settembre, la linea sarà interrotta tra Cremona e Cavatigozzi per un periodo di circa 14 ore e saranno istituiti collegamenti sostitutivi per "superare" questo ostacolo. La data dovrà comunque essere confermata più avanti.

Al termine di questi lavori, RFI ha comunicato che gli orari entrati in vigore il 26 Aprile potrebbero tornare quelli precedenti, in quanto le modifiche apportate sono state fatte per permettere il rispetto degli orari.

Sul fronte degli orari, come comunque si era già notato, a parte piccoli episodi la situazione è migliorata in generale, con "l'incredibile" passaggio da 30 treni soppressi / mese fino a Febbraio 2015 (in media) alle 2 corse soppresse di Marzo 2015 (i dati di Aprile non sono ancora disponibili). Incredibile è anche il fatto che questa improvvisa impennata di miglioramento, oltre agli sforzi fatti da Trenord e RFI, coincida anche con la "denuncia" dei 2 macchinisti mantovani sulla questione "bonus"... ma noi NON vogliamo pensare male.

Quando finalmente è toccato poi ai rappresentanti di linea parlare, sono state poste alcune domande, di cui vi rendiamo conto delle risposte date:

- vista la drastica interruzione del servizio nelle 4 settimane di Dicembre, è possibile, onde rendere meno oneroso il viaggio ai pendolari, introdurre per quel periodo delle fermate straordinarie nel territorio mantovano? RFI e Trenord faranno delle valutazioni e ne sarà dato conto;

- per quanto riguarda la composizione MD che ancora gira a 7 vetture, anziché 8, sarà fatta una verifica e rispristinata la situazione;

- per la manutenzione delle carrozze MD (soprattutto per quanto riguarda la parte di Aria Condizionata) sarà effettuato un servizio di verifica, anche con "squadre volanti" che scorteranno i treni per cercare di risolvere i problemi;

- è stato anche chiesto di poter potenziare il servizio di controlleria ai "gate" di accesso ai binari della Stazione Centrale di Milano, nelle fasce pendolari, onde evitare le code che spesso si verificano; saranno fatti approfondimenti;

- come già affermato altre volte, i treni Diesel ancora in circolazione saranno in funzione almeno sino a fine anno, data nella quale dovrebbero terminare i lavori di potenziamento dell'alta velocità a Brescia, che rende necessario far fare rifornimento a questi treni a Cremona;

- visti i problemi rilevati nella stazione di Milano Lambrate, soprattutto nel viaggio da Milano verso Mantova, a causa del binario in curva, saranno fatte verifiche per capire come risolvere il fatto che il capotreno non è in grado, vista la curva, di poter vedere l'intera composizione e quindi di poter dare il via libera quando effettivamente tutti i viaggiatori sono saliti.

- relativamente all'incidente di mercoledì 13 Maggio, che può capitare, abbiamo portato l'attenzione alla gestione VERGOGNOSA dei servizi sostitutivi. Il primo treno "fermato" era il 33461 giunto a Cremona alle 19:30. La linea è stata poi riaperta alle 22:15. Il primo bus sostitutivo era pronto alle 21:45, 2 ore e 15 minuti dopo il guasto! Trenord si è scusata dicendo che ha messo in campo tutto quanto possibile, ma prima non è stato possibile fare nulla. Ancora una volta, comunque, si è visto come in casi di "emergenza" qualcosa ancora nella macchina FS non funzioni.

Il nostro comitato ha rimarcato anche la mancata comunicazione in tempo utile della variazione degli orari del 26 Aprile. E' stato detto che comunicazione era già stata fatta a Novembre 2014, allo scorso tavolo territoriale di quadrante, alla quale non eravamo presenti per impegni di lavoro (ogni tanto anche noi dobbiamo guadagnare lo stipendio....). Peccato però che dubitiamo che a Novembre 2014 fossero già pronti i piani orario dettagliati.... quelli volevamo che ci fossero comunicati per tempo!

Noi VOGLIAMO collaborare, portando quando viviamo a supporto delle scelte strategiche di Regione Lombardia, Trenord e RFI, chiediamo però un colloquio bidirezionale....

Per il comitato inOrario e delegato da UTP,
Matteo Casoni

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Maggio 2015 12:21
 
«InizioPrec.123456Succ.Fine»

Pagina 1 di 6