Immagini dal Web

711-062-mi rogoredo-1.JPG

Chi è on-line

 35 visitatori online
 
Homepage inOrario
14/05/2015: Riunione Quadrante Sud
Scritto da Matteo Casoni   
Giovedì 14 Maggio 2015 19:56

Si è tenuta oggi la riunione del Quadrante Sud, relativa alle linee che interessano il nostro territorio.

Da parte di Regione Lombardia sono state indicate alcune date nelle quali saranno previste variazioni di servizio (a seconda delle linee) che sono:

1 Giugno 2015: entrata in vigore degli orari estivi (per la Milano - Cremona - Mantova non sono previste modifiche)

1 Novembre 2015: fine servizi aggiuntivi per Expo

Relativamente al periodo estivo, onde far fronte al minor personale presente e nel contempo continuare a supportare i servizi Expo, è stato comunicato che da Domenica 2 Agosto a Domenica 30 Agosto TUTTI i servizi Regionali (treni link Codogno - Cremona, Cremona - Piadena, Piadena - Mantova e ritorno) SONO SOPPRESSI e sostituiti da Bus (per un totale di 25 corse giornaliere, la più penalizzata di tutta la Lombardia).

Tutti i servizi RegioExpress sono confermati.

Chiaramente NON si è parlato di inserire nuovi collegamenti e quindi il tanto atteso Treno Dei Capoluoghi non sarà istituito.

RFI ha comunicato che per la fine di Settembre 2015 saranno terminati i lavori di raddoppio della linea Cremona - Cavatigozzi e per questo, in un fine settimana che per il momento è previsto essere l'ultimo di Settembre, la linea sarà interrotta tra Cremona e Cavatigozzi per un periodo di circa 14 ore e saranno istituiti collegamenti sostitutivi per "superare" questo ostacolo. La data dovrà comunque essere confermata più avanti.

Al termine di questi lavori, RFI ha comunicato che gli orari entrati in vigore il 26 Aprile potrebbero tornare quelli precedenti, in quanto le modifiche apportate sono state fatte per permettere il rispetto degli orari.

Sul fronte degli orari, come comunque si era già notato, a parte piccoli episodi la situazione è migliorata in generale, con "l'incredibile" passaggio da 30 treni soppressi / mese fino a Febbraio 2015 (in media) alle 2 corse soppresse di Marzo 2015 (i dati di Aprile non sono ancora disponibili). Incredibile è anche il fatto che questa improvvisa impennata di miglioramento, oltre agli sforzi fatti da Trenord e RFI, coincida anche con la "denuncia" dei 2 macchinisti mantovani sulla questione "bonus"... ma noi NON vogliamo pensare male.

Quando finalmente è toccato poi ai rappresentanti di linea parlare, sono state poste alcune domande, di cui vi rendiamo conto delle risposte date:

- vista la drastica interruzione del servizio nelle 4 settimane di Dicembre, è possibile, onde rendere meno oneroso il viaggio ai pendolari, introdurre per quel periodo delle fermate straordinarie nel territorio mantovano? RFI e Trenord faranno delle valutazioni e ne sarà dato conto;

- per quanto riguarda la composizione MD che ancora gira a 7 vetture, anziché 8, sarà fatta una verifica e rispristinata la situazione;

- per la manutenzione delle carrozze MD (soprattutto per quanto riguarda la parte di Aria Condizionata) sarà effettuato un servizio di verifica, anche con "squadre volanti" che scorteranno i treni per cercare di risolvere i problemi;

- è stato anche chiesto di poter potenziare il servizio di controlleria ai "gate" di accesso ai binari della Stazione Centrale di Milano, nelle fasce pendolari, onde evitare le code che spesso si verificano; saranno fatti approfondimenti;

- come già affermato altre volte, i treni Diesel ancora in circolazione saranno in funzione almeno sino a fine anno, data nella quale dovrebbero terminare i lavori di potenziamento dell'alta velocità a Brescia, che rende necessario far fare rifornimento a questi treni a Cremona;

- visti i problemi rilevati nella stazione di Milano Lambrate, soprattutto nel viaggio da Milano verso Mantova, a causa del binario in curva, saranno fatte verifiche per capire come risolvere il fatto che il capotreno non è in grado, vista la curva, di poter vedere l'intera composizione e quindi di poter dare il via libera quando effettivamente tutti i viaggiatori sono saliti.

- relativamente all'incidente di mercoledì 13 Maggio, che può capitare, abbiamo portato l'attenzione alla gestione VERGOGNOSA dei servizi sostitutivi. Il primo treno "fermato" era il 33461 giunto a Cremona alle 19:30. La linea è stata poi riaperta alle 22:15. Il primo bus sostitutivo era pronto alle 21:45, 2 ore e 15 minuti dopo il guasto! Trenord si è scusata dicendo che ha messo in campo tutto quanto possibile, ma prima non è stato possibile fare nulla. Ancora una volta, comunque, si è visto come in casi di "emergenza" qualcosa ancora nella macchina FS non funzioni.

Il nostro comitato ha rimarcato anche la mancata comunicazione in tempo utile della variazione degli orari del 26 Aprile. E' stato detto che comunicazione era già stata fatta a Novembre 2014, allo scorso tavolo territoriale di quadrante, alla quale non eravamo presenti per impegni di lavoro (ogni tanto anche noi dobbiamo guadagnare lo stipendio....). Peccato però che dubitiamo che a Novembre 2014 fossero già pronti i piani orario dettagliati.... quelli volevamo che ci fossero comunicati per tempo!

Noi VOGLIAMO collaborare, portando quando viviamo a supporto delle scelte strategiche di Regione Lombardia, Trenord e RFI, chiediamo però un colloquio bidirezionale....

Per il comitato inOrario e delegato da UTP,
Matteo Casoni

Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Maggio 2015 12:21
 
Incontro con Pendolari Cremaschi
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Maggio 2015 07:39

Nell'ambito del Tour delle stazioni organizzato dal neonato Comitato Pendolari Cremaschi, è stato organizzato sul piazzale della stazione ferroviaria di Cremona, per il giorno Lunedì 18 Maggio 2015 dalle ore 07:00 alle ore 07:25 circa, un incontro tra i loro rappresentanti, i rappresentanti di inOrario e UTP e i rappresentanti delle Amministrazioni Locali della città (hanno già aderito il Sindaco di Cremona e l'Assessore con delega ai Trasporti).

L'incontro sarà occasione per conoscersi ed iniziare un percorso condiviso di proposte da portare all'attenzione degli organi competenti, per cercare di migliorare la situazione del Trasporto Pubblico Locale nella nostra provincia a livello generale.

A questo momento sono invitati tutti i pendolari che volessero partecipare, i rappresentanti sindacali delle ferrovie, gli organi di informazione ed anche tutti i rappresentanti delle Amministrazioni Locali e Regionali che sono interessate dal passaggio della ferrovia, anche in virtù delle recenti modifiche in tema di Autostrada Cremona - Mantova ed un suo eventuale abbandono a favore dello sviluppo ferroviario.

Non sarà chiaramente questo il luogo per parlare a fondo dei problemi e per trovarne la soluzione, ma sicuramente sarà proficuo per iniziare a far rete comune (al di la delle problematiche specifiche di ogni linea, ci sono molti punti comuni che riguardano il trasporto in generale, come la situazione delle stazioni, la pulizia, la manutenzione e la qualità del materiale rotabile ecc.) nella speranza che un impegno comune Pendolari / Amministrazioni Locali possa smuovere qualcosa a livello Regionale.

Appuntamento quindi sul piazzale della stazione ferroviaria di Cremona per LUNEDI 18 MAGGIO alle ORE 07:00!

 
26/04/2015: Nuovi Orari TRENORD
Scritto da Administrator   
Lunedì 27 Aprile 2015 13:08

Di seguito vi riportiamo i nuovi orari che sono entrati in vigore sulle nostre linee dal 26/04/2015 (senza che preventivamente ci fosse stato detto qualcosa).

Questi orari sono validi sino al 14 Giugno 2015, quando entrerà in funzione l'orario estivo del quale, al momento, non abbiamo nessuna informazione.

Per visionare il quadro completo potete guardare qui:

LINK SITO ORARI TRENORD

ORARIO LINEA MANTOVA - CREMONA - MILANO

ORARIO LINEA CREMONA - TREVIGLIO - MILANO

SIGNIFICATO SIMBOLI ORARIO

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Aprile 2015 13:22
 
Statistiche Viaggi 2015
Scritto da Matteo Casoni   
Martedì 24 Febbraio 2015 17:04

Dall'inizio del 2015 abbiamo tenuto anche noi un "diario di bordo" di viaggi fatti in prima persona.

Di questi viaggi abbiamo rilevato il ritardo, ma non solo: abbiamo infatti registrato anche il numero di viaggi in cui abbiamo rilevato problemi alle porte, in cui i treni hanno viaggiato con carrozze mancanti (sono previste 8 carrozze per le composizioni Media Distanza e 6 per quelle Vivalto) o con carrozze "fuori servizio" (chiuse e/o spente), oltre ai viaggi in cui si sono rilevati problemi di condizionamento (rilevate carrozze con temperature troppo basse).

Il quadro, al momento. è molto sconcertante e non si allinea per niente con le comunicazioni che vediamo apparire negli ultimi giorni.

Sono infatti il 60% i viaggi giunti OLTRE I 5 MINUTI e quindi considerati in ritardo: non capiamo come si possa pertanto affermare che l'indice di puntualità stia superando l'80% (quindi dovrebbero esserci meno del 20% dei treni in ritardo), ma sono anche tutti gli altri servizi che mancano (90% dei viaggi con problemi di condizionamento, 39% di viaggi con mancanza di carrozze) che lasciano molto a desiderare.

Statisticamente non è possibile rilevare i disservizi legati alla mancanza di informazioni, ma come già detto anche nell'altra notizia relativa alla lettera della pendolare, questo capitolo è uno dei punti fondamentali e dolenti con cui il pendolare ha a che fare quotidianamente.

Non abbiamo voluto infierire sulla questione dell'emergenza neve, dove seppur con una situazione di estrema eccezionalità, la situazione non è stata gestita nel migliore dei modi, ad iniziare ancora una volta dal capitolo informazioni.

Per chi volesse (Azienda, Politici ecc) sono disponibili i dettagli che portano a queste statistiche, che siamo pronti a consegnare per essere eventualmente "confutati", cosa che invece non si ha mai da parte dell'Azienda, visto che nonostante ripetute richieste, non è possibile avere i dati REALI (in modo che non possano essere poi smentiti) sui viaggi.

Sarà la volta buona che, dopo l'incontro di dicembre 2014, si riuscirà ad averne uno con tutti gli attori allo stesso tavolo per parlare VERAMENTE dei problemi DELLA NOSTRA LINEA e non un tavolo comune dove si parla di tutto ed in fondo di niente?

 

STATISTICHE AGGIORNATE AL 23/02/2015

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Febbraio 2015 17:15
 
24/02/2015: Lettera di una pendolare PDF 
Scritto da Administrator   
Martedì 24 Febbraio 2015 14:07

Riceviamo da una pendolare questa lettera, indirizzata all'AD di Trenord, all'Ufficio Reclami di Trenord e all'Assessore ai Trasporti della Regione Lombardia, in quanto il fatto ci sermbra assolutamente rilevante e che merita la giusta attenzione.

Non è possibile, infatti, che tutte le volte che capitano problemi sulla linea Milano - Bologna, nel tratto tra Codogno e Milano, i nostri treni debbano "inchinarsi" al volere degli altri e quando succede invece ai nostri si debbano subire queste situazioni.

Ricordiamo il blocco dei binari a Casalpusterlengo a Gennaio, quando il treno 2648 è stato fermato, mentre non ricordiamo 1 (e dico UNO) treno per Bologna a cui è stata assegnata la fermata aggiuntiva a Codogno per i viaggiatori diretti a Mantova nel caso in cui un treno sia stato soppresso per vari motivi.

Sappiamo benissimo che all'interno dell'Azienda non tutti possano essere professionali e professionisti, ma biosgna che anche queste "schegge impazzite" siano limitate e che i viaggiatori non debbano continuamente sentirsi abusati dei propri diritti di viaggiatori. Se le biglietterie sono state chiuse, se quelle automatiche non sono in funzione, non è colpa dei viaggiatori.

Se ci sono problemi e si attuano "misure compensative", sta all'azienda parlare con chi di dovere e far circolare le informazioni in modo che tutti siano al corrente di quanto succede.

Argomenti questi (informazioni / gestione delle emergenze / ritardi) che sono stati più volte denunciati da noi ma che mai hanno avuto valide risposte (quando sono arrivate).

Attendiamo "fiduciosi" di avere riscontri in merito a quanto accaduto.

Matteo Casoni - inOrario - Cremona

LETTERA

Ultimo aggiornamento Martedì 24 Febbraio 2015 14:23
 
«InizioPrec.123456Succ.Fine»

Pagina 2 di 6