Immagini dal Web

av2.jpg

Chi è on-line

 40 visitatori online
 
DISSERVIZI CONTINUI, CHIEDIAMO UN TAVOLO DI CONFRONTO CON REGIONE E TRENORD A MANTOVA o CREMONA PDF Stampa E-mail

I continui disservizi che si stanno verificando sulla linea ferroviaria Milano-Cremona-Mantova impone agli scriventi di dimostrare il proprio dissenso ad ogni forma di conciliazione.

Il 19 agosto è stata la volta di Marcaria dove i viaggiatori sono rimasti bloccati nella stazione per circa due ore in attesa che un bus li venisse a prelevare e portare a destinazione, per poi completare ( si spera ) la settimana con il disservizio del 20 agosto quando la stazione Centrale di Milano è andata in tilt per un guasto ad un treno “ di altra impresa ferroviaria “ ed i pendolari sono stati costretti a raggiungere in metropolitana o con altri treni la stazione di Lambrate per poter prendere un treno diretto a Mantova, anche qui non sono mancati i ritardi oltre 40 minuti per il 33461 partito da Centrale alle 18:20.

E’ venuto il tempo di confrontarci seriamente con Regione, Trenord ed enti locali, però non nelle riunioni “ammucchiate” che la Regione è abituata a fare, ma bensì un tavolo a noi riservato da tenersi a Mantova o Cremona – non siamo disponibili ad andare a Milano poiché sono loro che devono raggiungersi essendo nel massimo torto -.

Se questi disservizi dovessero proseguire sia UTP che INORARIO si riservano di inviare un esposto alla Procura della Repubblica per interruzione di Pubblico servizio.

 

U.T.P. Andrea Bertolini -  INORARIO Matteo Casoni

 
SCIOPERO DEL BIGLIETTO PDF Stampa E-mail

Dopo l’ennesima soppressione di un convoglio sulla linea Milano – Cremona – Mantova (l’ultima, in ordine di tempo, è quella del 2657 delle ore 16:20 da Milano di oggi, 18/06, con conseguente ripercussione sul 2662), le associazioni / comitati pendolari inOrario e UTP proclamano lo

SCIOPERO DEL BIGLIETTO
Con effetto immediato

 

I viaggiatori della linea sono inviati a mettersi in regola con il titolo di viaggio (acquistando biglietto / abbonamento) NON MOSTRANDOLO al personale viaggiante in caso di richiesta.

Il suddetto sciopero sarà in vigore sino a quando, visti i numerosi solleciti, non sarà organizzata una riunione con TRENORD, REGIONE LOMBARDIA, RFI, COMUNE DI CREMONA, COMUNE DI MANTOVA, PREFETTURA DI CREMONA, PREFETTURA DI MANTOVA e le associazioni / comitati pendolari UTP e INORARIO e non verranno definiti precisi impegni per ripristinare una situazione che definire VERGOGNOSA è dir poco.

I viaggiatori non sono contro il personale viaggiante, che con professionalità cerca di fare il possibile affinché la situazione si risolva, ma contro chi non permette loro di svolgere il corretto lavoro e costringono i viaggiatori a subire continue angherie.

Matteo Casoni
Comitato inOrario

Andrea Bertolini
UTP

 
16/03/2012: Accordo raggiunto per il nuovo materiale rotabile PDF Stampa E-mail

Positivi risvolti sulla situazione del nuovo materiale rotabile che entrerà in vigore dal 19 Marzo sulla linea Mantova - Cremona - Milano.

Nell'incontro di oggi, 16 Marzo, che si è tenuto presso l'Assessorato Trasporti della Regione Lombardia, alla presenza dell'Assessore Cattaneo, gli enti locali (unico assente il comune di Lodi) e le associazioni pendolari UTP e inOrario hanno chiarito i punti di contrasto della precedente bozza e sono state accolte le giuste osservazioni dei comitati stessi, che proponevamo la possibilità di introdurre una specifica richiesta di poter valutare sia dal punto di vista qualitativo che dal punto di vista quantitativo (numero di carrozze) il nuovo materiale che entrerà in esercizio in modo da poter eventualmente porre quegli aggiustamenti che potrebbero essere necessari.
Inoltre è stato precisato che la firma dell'accordo non prevede una diretta responsabilità della scelta ad opera dei rappresentanti dei viaggiatori, ma solo un compito di "vigilanza" e monitoraggio costante del servizio.

Non oggetto di questa riunione ma comunque verbalizzato anche il discorso di poter riaprire la discussione in merito alle fermate soppresse nel mantovano (che dovranno essere concordate con tutto il territorio).

Trenord ha chiarito che la scelta di modifica del materiale, oltre che dalle segnalazioni arrivate dai viaggiatori e dagli enti locali, era già stata intrapresa in quanto era stato rilevato che il materiale in esercizio non era adatto a viaggi di oltre 2 ore, previsti invece sulla nostra linea.

Chiarito anche il "disguido" della non convocazione dei pendolari alla presentazione del materiale che doveva essere sostanzialmente una presentazione istituzionale e non direttamente del materiale della nostra linea, motivo per il quale non si era pensato di convocare anche i rappresentanti dei viaggiatori che, probabilmente, poteva invece essere fatto, visti anche i ridotti tempi tra la presentazione e l'immissione degli stessi sulla nostra linea.

Confermato quindi l'inizio della messa in funzione del primo convoglio a partire da lunedi 19 Marzo quindi, con cadenza quindicinale, l'ingresso dei nuovi materiali per completare il rinnovo con 5 convogli dal 14 Maggio.

Sostanzialmente quindi sono stati dipanati tutti i dubbi che erano stati posti, a detta di tutti, giustamente dalle nostre associazioni e pertanto si è proceduto alla firma dell'accordo.

Per quanto atteneva la riunione di oggi, pertanto, possiamo ritenerci soddisfatti dell'incontro ma resta inteso che il nostro compito (valutare e visionare) non è finito ma anzi, da lunedì 19, inizierà una nuova fase, anche in vista delle prossime riunioni che inizieranno a breve per affrontare il nodo del cambio orario di giugno, dove potrà anche essere fatto una prima verifica della situazione.

Con lunedì 19 marzo, pertanto, possiamo ritenere rientrato anche lo sciopero del biglietto su tutta la linea.

Ecco il documento sottoscritto


Comitati pendolari inOrario e UTP

 
14/03/2012: Deposito richieste rimborsi PDF Stampa E-mail

 

COMUNICATO CONGIUNTO inOraio - UTP

In data odierna, martedì 14 Marzo 2012, una rappresentanza delle associazioni pendolari UTP e inOrario, accompagnati dalla Dott.sa Binda, hanno depositato la richiesta collettiva di rimborso per i disagi patiti dai pendolari della linea Mantova – Cremona – Milano a Trenord e Regione Lombardia.

Le richieste presentate sono state 195 delle 232 pervenute (le 37 non presentate sono state scartate in quanto non direttamente servite dai treni di questa linea).

La richiesta è di un rimborso forfettario di 200€/cad. oppure della quota parte mensile del relativo titolo di viaggio (mensile ordinario, mensile IoViaggio, Carta Regionale dei Trasporti, annuale).

 

 
27/02/2012: Comunicato unitario inOrario - UTP PDF Stampa E-mail

 

Con la presente segnaliamo che, come comunicato da alcuni viaggiatori, sui treni diretti della Milano – Mantova sono stati distribuiti biglietti nei quali si invitano i viaggiatori, esasperati per i continui disagi patiti, a NON acquistare il titolo di viaggio per il mese di Marzo 2012.

Pur condividendo la frustrazione patita, le sottoscritte associazioni che operano sulla linea desiderano prendere le distanze da questa forma di protesta che non rientra tra quelle previste e portate avanti unitariamente.

Le sottoscritte associazioni si ritengono pertanto sollevate da qualsiasi responsabilità in merito alla distribuzione di detto materiale e ad eventuali conseguenze che potrebbero nascerne, oltre che ad eventuali ripercussioni nel caso in cui gli aderenti a detta protesta dovessero essere sanzionati.

Cordiali saluti.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Matteo Casoni – Max Gabbiani

Comitato Pendolari inOrario

Paolo Ferretti – Massimiliano Monteverdi – Andrea Bertolini
U.T.P.

Linea Milano – Cremona – Mantova

 

 
Pagina 1 di 3